I 5 Step della generazione contatti

Written by
Tiziano Pazzini

I 5 Step della generazione contatti

Written by
Tiziano Pazzini

I 5 Step della generazione contatti

Written by
Tiziano Pazzini

Buongiorno a tutti e benvenuti ad un altro step di formazione rispetto alla generazione di contatti per il mondo dei serramentisti. In questo breve video vedremo i cinque step della Lead Generation per il mondo dei serramenti.

STEP 1
Cosa sono i canali di traction

Il primo step per quanto riguarda la Lead Generation per il mercato dei serramenti è il settaggio dei canali di traction. Innanzitutto, cosa sono i canali di traction? I più famosi sono Google e Facebook, e sono quegli strumenti che ci permettono di generare un traffico qualificato ai nostri scopi, in questo caso alla generazione dei nuovi clienti. Le due regole d'oro per il setting del primo step, nella Lead Generation, sono il targeting e la geolocalizzazione. Partiamo dal targeting: è fondamentale definire un targeting allineato al cento per cento ai clienti della nostra rivendita, allineato per potere d'acquisto, per interessi e per posizionamento. Ad esempio, se noi abbiamo in assortimento un serramento misto che si posiziona alto in termini di gamma e di prezzo, dovremo andare a targettizzare dei clienti che hanno un potere economico per acquistare il nostro prodotto. Al contrario, se abbiamo un prodotto di basso livello possiamo assolutamente targettizzare le nostre attività sui clienti a basso potere d'acquisto. Un'altra regola d'oro per il primo step della Lead Generation per serramentisti è quella della geolocalizzazione: per ogni rivendita dobbiamo geolocalizzare tutte le attività in un raggio di 35 chilometri, perché questo? Perché sappiamo che per un cliente 35-40 km è il massimo della strada che è disposto a percorrere per comprare i prodotti o servizi nel mercato dei serramenti.

STEP 2
Far atterrare su pagine di approfondimento

Il secondo step della Lead Generation focalizzata sui serramenti è dedicato alla creazione delle pagine di atterraggio, perché noi con lo step 1, grazie a Google e Facebook, generiamo degli utenti, generiamo persone che cliccano sulle nostre pubblicità e dobbiamo farle atterrare su pagine di approfondimento. Questo tipo di pagina tecnicamente si chiama landing page: è solo uno strumento fondamentale per fare l'activation del contatto, ovvero per passare da avere un numero o una persona che ha cliccato nella nostra pubblicità, ad avere i contatti di quella persona, di quel contatto, per farci poi delle azioni di Lead Nurturing successive. Infatti lo step 3 è proprio quello del Lead Nurturing.

STEP 3
Nutrire i contatti con invii automatici

Grazie allo step 1, abbiamo generato un interesse da parte degli utenti, grazie allo step 2 abbiano intercettato i loro contatti, ci siamo fatti lasciare i loro contatti. Con lo step 3, focalizzato sul Lead Nurturing, andiamo a nutrire i nostri contatti, attraverso degli invii automatici, grazie a sistemi di marketing automation che permette una relazione molto precisa con questo target senza un dispendio di energie uomo importanti, perché sarà il nostro software a mandare le comunicazioni che avremo stabilito sui nostri contatti, cercando di dare sempre informazioni aggiuntive che aiutano il nostro cliente a scegliere noi.

STEP 4
Dare un punteggio ai contatti per rilevare la “temperatura”

Una volta che abbiamo sviluppato una strategia di Lead Nurturing efficace, che tipicamente si svolge in un flow evergreen di 5 email sempre con approfondimento maggiore verso il nostro contatto, siamo pronti, a questo punto. per passare allo step 4, che è quello del Lead scoring. È uno step importantissimo, perché noi grazie alle fasi precedenti abbiamo creato un database di clienti interessati ai nostri servizi o al nostro prodotto, ma ancora non sappiamo quali di questi clienti è un contatto caldo e quindi pronto a comprare subito, e quale invece di questi contatti deve essere ancora nutrito per qualche tempo prima che sia pronto per diventare il nostro cliente. Grazie al nostro sistema di marketing automation riusciamo a dare un punteggio ai nostri contatti in base alle azioni che questo contatto fa. Siamo quindi in grado di identificare la temperatura di questo contatto e il sales (la persona che si occupa delle vendite per il serramentista) sarà in grado di contattare e di spendere tanto tempo sui contatti caldi e poco tempo sui contatti freddi. Sappiamo che se contattiamo entro 6 ore i nostri contatti caldi avremo altissime possibilità di chiudere quella vendita.

STEP 5
Ottimizzare tutti gli step

Grazie all'implementazione di tutte le fasi abbiamo raccolto tantissime informazioni in più sui nostri clienti, sappiamo quali sono i clienti che dall'inizio dell'imbuto hanno poi alla fine dell'imbuto acquistato. Possiamo dunque tornare all'inizio del processo e ottimizzare tutti gli step. Quindi saremo in grado, ad esempio, di andare ad ottimizzare sempre con maggiore dettaglio il targeting dei nostri clienti, andando a dire ai nostri strumenti di comunicare la nostra pubblicità sempre di più a persone che hanno caratteristiche simili a quelle che hanno comprato alla fine del nostro processo.


Spero che questo video vi sia stato utile. Rispetto alla Lead Generation per il mercato dei serramenti, e non solo, io e il mio team siamo a vostra completa disposizione per parlare delle vostre realtà e per capire come sviluppare il vostro business.

I TOOL CHE ABBIAMO UTILIZZATO

ActiveCampaign - Automazione flusso email, tracciamento interazioni, assegnazione punteggio.

AirTable - Servizio cloud a metà strada tra un foglio di calcolo e database. Fornisce una semplice dashboard su cui vengono caricati tutti i dati dei contatti e possono essere facilmente visualizzati.

Integromat - Permette automazioni avanzate ed integrazioni tra diversi strumenti.

ConvertFlow - Popup sul sito del brand. Permette di incorporare il questionario direttamente nel popup.

Typeform - Servizio molto flessibile ed estremamente user friendly per la somministrazione di questionari.

Tiziano Pazzini
CEO Furnichannel