E-commerce di arredamento: come costruire una scheda prodotto efficace

Written by
Laura Tonus

E-commerce di arredamento: come costruire una scheda prodotto efficace

Written by
Laura Tonus

E-commerce di arredamento: come costruire una scheda prodotto efficace

Written by
Laura Tonus

La scheda prodotto è la pagina chiave all’interno di un sito e-commerce che ha l’importante ruolo di determinare o meno la buona riuscita di un acquisto o in genere degli obiettivi precedentemente prefissati.


Foto: pexels.com


Essa un mix di elementi visivi e descrittivi che guidano l’utente nella navigazione, i quali hanno diversi obiettivi specificati di seguito:


  • Invogliare all’azione (acquisto o richiesta preventivo)
  • Raccontare il prodotto
  • Informare e rassicurare l’utente
  • Aiutare il posizionamento su google
  • Rispecchiare le caratteristiche del brand


Per questo motivo questa pagina è frutto di una solida collaborazione fra più figure professionali, incluse il brand stesso che per primo sa trasmettere la passione e i valori del proprio prodotto. 


Ancor più nel mondo dell’arredamento, essendo il prodotto complesso per sua natura è necessario avere la minima cura di ogni elemento e sezione presentata all’interno del sito in modo da veicolare in modo chiaro le caratteristiche del prodotto al cliente e al tempo stesso rassicurarlo nell’acquisto.


Gli elementi della scheda prodotto


Foto: pexels.com


Analizziamo quindi insieme ogni elemento che dev’essere inserito all’interno della scheda prodotto, soprattutto per un e-commerce di arredamento.



Elementi descrittivi: E’ necessario prevedere due testi che hanno due diverse finalità. Un testo emozionale, più romanzato che trasferisce le caratteristiche della linea o del prodotto in modo anche evocativo e un altro testo,decisamente più tecnico, ma che descrive alla lettera ciò che il potenziale acquirente sta comprando. Vengono quindi in questo caso specificate nel dettaglio le finiture sia della struttura che del rivestimento oltre che particolari accessori come ad esempio lo schienale reclinabile all’interno di un divano.  


Questi elementi possono prendere forma sia in un testo o riassunti anche in una particolare tabellina. 


Il tutto deve essere poi creato sotto la “preziosa ala” della seo,  ovvero tutti quei meccanismi che permettono di far salire la visibilità del sito all’interno dei motori di ricerca attraverso l’uso delle giuste parole chiave all’interno dei testi.


Elementi visivi: Le immagini sono una delle chiavi dell’e-commerce e devono fare innamorare l’utente facendogli dire: “Voglio questo prodotto!”. Ma non devono solo emozionare ma anche comunicare una precisione dei dettagli di lavorazione e di struttura ad esempio di un armadio o di un divano. Nello specifico è quindi fondamentale avere immagini in alta definizione su sfondo bianco nelle varie viste, ambientate e di dettaglio.



Call to action: Le call to action, ovvero quei bottoncini che cliccandoli fanno fare un’azione come aggiungere il prodotto a carrello o richiedere un preventivo, devono essere ben visibili e devono risaltare rispetto al resto del layout. Da non sottovalutare è il testo inserito all’interno che dev’essere accattivante e rispecchiare allo stesso tempo il tono di comunicazione dell’azienda. 


Form di contatto: È bene prevedere dei punti di contatto con l’assistenza clienti facilmente fruibili. Questo è fondamentale perché il cliente soprattutto nel mondo del design ha bisogno di essere seguito e rassicurato sia per informazioni sul prodotto, sia per la spesa eventuale che deve affrontare e sia per la parte logistica del tutto non indifferente. Lasciate quindi sempre un form di contatto o un indirizzo di customer service facilmente raggiungibile.


Punti forza e Logistica: Altri elementi da non sottovalutare sono i punti forza dell’azienda o dell’e-commerce che possono inseriti semplicemente con delle brevi frasi o delle icone esplicative. Piccoli dettagli ma che fanno la differenza per comunicare la lealtà del servizio al consumatore. 



Assortimento e configurazione prodotti


Come sappiamo, il mondo dell’arredamento soprattutto in Italia vive di tantissime possibilità di personalizzazione. E questo è un bene che contraddistingue sempre il valore artigianale dei prodotti made in Italy. Necessario è però comunicare tutte queste possibilità in modo chiaro con delle sezioni appropriate che riguardano i tessuti piuttosto che i vari disegni tecnici in modo da dare una panoramica chiara al cliente, quasi come se sfogliasse un catalogo cartaceo.


Per quanto riguarda i prodotti in vendita invece bisogna fare i conti con ordine e valore commerciale dei prodotti. Prima di permettere la vendita di tutte le varie possibilità di configurazione di un prodotto, è necessario infatti fare un’analisi preventiva rispetto ai prodotti più venduti con le determinate finiture da associare. In questo modo si incanala il cliente verso i prodotti più venduti nei negozi e che probabilmente anche online suscitano più interesse, stringendo le possibilità di configurazione degli stessi che se troppe, rischiano di creare confusione.




E-commerce: le basi per la partenza!


Per concludere ecco alcune piccoli consigli per cominciare a pensare ad avvicinarsi ad un’e-commerce di vendita di arredamento, funzionale:


  • Usa contenuti originali che raccontano il prodotto, non copiandoli da nessun altro sito. Questo permette di non essere penalizzato e raccontare veramente il prodotto.


  • Vendi i prodotti di cui si possiedono le immagini, esattamente nella finitura venduta dando al cliente l’esatta visione di ciò che compra.


  • Prevedi un supporto di assistenza clienti e logistica solido e conveniente che sappia rassicurare nel modo giusto il cliente, il rapporto fa sempre la differenza! 


E infine, buona vendita!


Laura Tonus
E-commerce Manager